Tutti coloro i quali abbiano la fortuna di avere in casa delle superfici in marmo ben sanno quanto questo materiale possa essere prestigioso ed elegante. Quel che forse i neofiti del marmo non sanno è che si tratta altresì di un materiale piuttosto delicato, che richiede cure periodiche affinché la bellezza originaria del marmo sia mantenuta costante e in grado di rinnovarsi, anno dopo anno, riecheggiando gli antichi splendori.

Ma come prendersi cura del proprio pavimento in marmo? È possibile lucidare il marmo senza lucidatrice? E come evitare errori che potrebbero compromettere la bontà di questo materiale?

Di seguito troverai alcuni spunti introduttivi che ti consentiranno di comprendere come pulire e lucidare il marmo senza fatica, usando dei prodotti che magari hai già in casa. 

Naturalmente, per un risultato perfetto non potrai che rivolgerti a degli specialisti di settore, che con prodotti professionali sapranno certamente prendersi cura del tuo marmo, ripristinandone l’originaria bellezza: contattaci per saperne di più!

Come pulire e lucidare il marmo esterno e interno

Cominciamo con il ricordare che il marmo è un materiale molto poroso e che, proprio per questo motivo, tende ad assorbire umidità, grassi e oli. Il risultato è che, purtroppo, il marmo può facilmente macchiarsi, rendendo necessaria una pulizia accurata che non potrà che essere effettuata con grande attenzione: il rischio è infatti che, utilizzando prodotti aggressivi o spugne abrasive, si finisca con il peggiorare la situazione, rovinando la superficie di questa pietra naturale.

Ecco perché, se non si è particolarmente esperti di questo tema, è sempre opportuno procedere con cautela e gradi, sperimentando l’utilizzo di prodotti naturali che ti permetteranno di avere una pronta risoluzione alla ricerca di informazioni su come lucidare il marmo a mano, o come lucidare il marmo opacizzato. 

Come lucidare il marmo a mano con prodotti naturali

I prodotti naturali per poter lucidare il marmo a mano, senza lucidatrice, sono quelli che notoriamente hanno il maggiore potere pulente, come l’acqua distillata o il bicarbonato di sodio, opportunamente diluiti. 

Introdotto ciò, cerchiamo di procedere per gradi.

Pulizia iniziale del marmo opacizzato

Per prima cosa, cerchiamo di effettuare una pulizia iniziale del marmo opacizzato, in maniera tale che possano essere rimosse le principali impurità.

Per poter realizzare questo step iniziale puoi sciacquare le superfici con acqua distillata e con una pezza di lana non abrasiva. Nel compiere questa azione, abbi cura di strofinare molto delicatamente, con movimenti circolari: così facendo la maggior parte delle impurità dovrebbero gradualmente abbandonare la superficie marmorea, consentendoti di ripristinare l’originaria lucentezza.

In alternativa, qualora la pulizia con l’acqua distillata non sia stata sufficiente,  puoi ricorrere ad una soluzione a base di acqua e bicarbonato di sodio in acqua, al fine di ottenere una pasta cremosa che potrai applicare sulla superficie, senza strofinare, per circa trenta minuti. Qualsiasi sia la procedura che hai scelto, dovrai poi procedere al risciacquo e all’asciugatura: ma con quali cautele?

Come pulire il marmo opacizzato: risciacquo e asciugatura

Una volta terminata la pulizia e la lucidatura del marmo fai-da-te, il tuo compito è concluso solo a metà. Dovrai infatti risciacquare con acqua tiepida la superficie, avendo cura di asciugarla per evitare ogni possibile residuo di acqua.

Ricorda infatti che il marmo è un materiale molto poroso e, come tale, è in grado di assorbire l’umidità molto rapidamente, e opacizzarsi per tale causa. 

Chiarito quanto sopra, e considerato che differenti tipologie di marmo richiederanno diversi interventi di pulizia, il nostro consiglio non può che essere quello di contattarci per poterne sapere di più su come poter lucidare il marmo e rimuovere ogni residuo di opacità, permettendoti di poter riammirare superfici brillanti e splendenti come un tempo!