Come dovresti ben sapere se hai letto con attenzione gli altri nostri approfondimenti sullo stesso tema, il marmo è un materiale davvero molto particolare: duro e brillante, è in realtà anche piuttosto delicato e tende a sporcarsi molto facilmente. È per questo motivo che sono sempre di più le persone che, pur essendo attratte dalle sue superfici, sono alla costante ricerca di informazioni su come smacchiare il marmo, permettendo così a questa pietra splendente (questo il termine originario, derivato dal greco marmaron), di tornare alla sua originaria lucentezza.

In questo breve approfondimento cercheremo di comprendere insieme come pulire il marmo macchiato, attraverso alcuni semplici accorgimenti che ti consentiranno di arrivare a ottimi risultati in tempi rapidi, e con sforzi contenuti.

Naturalmente, l’occasione ci è particolarmente utile per ricordarti che, qualora il tuo pavimento in marmo verta in condizioni molto deteriorate e rovinate, e abbia a che fare con macchie piuttosto ostinate, siamo a disposizione per valutare i migliori trattamenti che ti permetteranno di sfoggiare un marmo pulito e brillante come il primo giorno!

Come smacchiare il marmo dallo sporco sulla superficie

Qualche riga fa abbiamo condiviso il fatto che, in buona sostanza, il marmo non fa certo fatica a macchiarsi. Dal vino al caffè, dall’olio al pomodoro, sono numerosi i prodotti che, approdando casualmente sulla superficie marmorea, finiscono con lo sporcarla e determinare danni anche importanti.

Di qui, la necessità di comprendere come si smacchia il marmo, e come farlo in tempi rapidi. Ovvero, prima che le macchie vengano assorbite definitivamente dalla pavimentazione, rendendo dunque necessario un intervento più profondo.

Cosa NON devi fare per smacchiare il marmo

Per rispondere ai quesiti di cui sopra, iniziamo con il riepilogare cosa NON devi fare. E, per comprenderlo in modo chiaro e sintetico, non possiamo non ricordare ciò che abbiamo premesso: il marmo è un materiale piuttosto delicato!

Avendo questo in mente, cerca di avvicinarti alla pulizia e alla rimozione delle macchie dal marmo con prudenza: evita di usare oggetti abrasivi, non far assorbire l’acqua che usi per la pulizia, non usare prodotti acidi, e così via.

Di contro, prova a pulire le macchie dal marmo con qualche accorgimento elementare, cominciando con il passare un panno umido e dell’acqua tiepida su tutta la superficie, ricordandoti poi della necessità di asciugare la superficie con un altro panno, in microfibra o in camoscio.

Ricorda altresì che quando si tratta di evitare la formazione di macchie sul marmo, la tempestività è tutto. Dunque, se ti accorgi che qualche sostanza macchiante è entrata in contatto con la pavimentazione in marmo, agisci immediatamente per evitare che si formi un danno permanente: ogni minuto è prezioso!

Se invece la macchia si è già formata, puoi comunque procedere in autonomia alla sua rimozione utilizzando alcuni metodi tradizionali e piuttosto efficaci.

I prodotti per smacchiare il marmo

Tra i migliori prodotti per smacchiare il marmo in autonomia, e senza ricorrere a detergenti professionali, si possono certamente annoverare:

  • acqua ossigenata, da usare per imbevere un panno morbido, da passare sulla superficie;
  • bicarbonato di sodio, da unire all’acqua per creare un composto cremoso leggermente abrasivo;
  • sapone di Marsiglia, eventualmente utilizzato in integrazione con il bicarbonato di sodio, per cercare di aumentare il suo potere pulente;
  • fecola di patate, dal potere schiarente, da applicare sulla superficie prima di lavare e asciugare.

Evidentemente, non occorre essere dei grandi esperti per comprendere che questi rimedi fai-da-te possono ben funzionare solo su aree limitate e su macchie non molto tenaci. Se invece ti trovi davanti a una superficie più estesa, o a un pavimento di marmo profondamente rovinato, non esitare a contattarci: troveremo la migliore soluzione per permetterti di riassaporare tutta la bellezza di un marmo brillante!